• SERIE A
     
    7^ GIORNATA 
     
  •                                                                                                                                      FOTO di Mario RIVA
  •                                                                                                                                      FOTO di Mario RIVA
  • Udine riparte dal Vicenza
  • La Union Udine Rugby Fvg beffata dal Riviera
  • Le foto della partita Tarvisium - Udine

Udine cerca riscatto a Paese

La Rugby Udine 1928 è pronta per una delle partite chiave del girone play-out. Domenica 6 marzo alle 14.30, infatti, i tuttineri saranno di scena a Paese, per la quarta giornata della seconda fase, diretta dall’arbitro Gabriel Chirnoaga.

Alta l’attesa per il match: i friulani, infatti, vogliono confermare l’attuale posizione in classifica, che li vede al primo posto a quota 11, seguiti da Valpolicella (9), Valsugana (8), Paese (6) Lumezzane e Cus Torino (appaiate a 5). Ma vogliono anche riscattare la brutta prestazione sul campo dei Canguri nel penultimo turno della fase regolare (16-15), che ha di fatto condannato Udine alla lotta per la salvezza.

“Dovremmo essere al completo – spiega coach Maurizio Teghini – con la sola esclusione dei ‘lungo-degenti’ D’Anna, Giannangeli e Lo Schiavo, che speriamo di recuperare per le prossime sfide. In settimana, ci siamo preparati al meglio per questa partita, che sarà durissima. Paese è una formazione molto aggressiva in difesa, che schiera un numero 10 come Iannone, autentico fuoriquota per la categoria, e una terza linea contro la quale non è facile giocare. Per vincere, insomma, servirà una grande prestazione: mi attendo una prova di maturità da tutta la squadra”.

L’INIZIATIVA. Nel frattempo, la Rugby Udine 1928 comunica di aver aderito, d’intesa con la Delegazione Fir Fvg, al ‘Coni Day’: domenica 20 marzo, in occasione del match con il Cus Torino, tutti i tesserati delle federazioni o enti di promozione che fanno parte del Coni, potranno fare il tifo per i tuttineri al costo simbolico di un euro. Le adesioni andranno presentate a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro giovedì 17 marzo.

StampaEmail

Udine supera Lumezzane per 33-10

Importante vittoria per la Rugby Udine 1928, che supera per 33-10 Lumezzane al termine di una partita dai due volti. I tuttineri, infatti, hanno sofferto la fisicità dei bresciani per 50 minuti, ma sono riusciti a rovesciare le sorti del match nella ripresa. Gli ospiti mettono subito pressione e, al 5', conquistano il primo calcio, trasformato da Faralle (0-3). Udine soffre in mischia e in touche, ma Lumezzane non riesce ad approfittarne. Al 18' bella percussione friulana, che termina, però, con un in avanti. I tuttineri provano ancora a mettere pressione e, al 25', trovano la meta con Flynn al termine di una bella manovra nata da una mischia. Robuschi non trasforma per il 5-3. Si continua a lottare, ma sono i bresciani ad avere lo spunto del gioco e, al 32', riescono a portare la palla oltre la linea di meta per il 5-10. Nel finale Udine fa ancora fatica, ma riesce a contenere Lumezzane.

Nella ripresa, gli ospiti scendono in campo con determinazione e i tuttineri sono ancora costretti a difendersi. La svolta arriva al 9', con una bella azione personale di Gerussi, che permette di conquistare un calcio trasformato da Robuschi per l'8-10. Pochi minuti più tradi Lumezzane ha l'occasione per allungare, ma Faralle non centra i pali. I tuttineri acquistano fiducia e, al 17', si portano avanti grazie a un piazzato (11-10). Lumezzane prova a rifarsi pericolosa ma, al 20', non coglie una ghiotta occasione di meta commettendo un in avanti. Udine cresce e, al 26', trova un altro piazzato per il 14-10 che toglie fiducia ai bresciani. Gli ultimi dieci minuti sono tutti a favore dei friulani che realizzano tre mete in sequenza: due portano la firma di Gerussi (ottima la sua prova) e una di Properzi Curti, che vede premiata dalla segnatura una prestazione di grande carattere. Il match si chiude così sul 33-10, che consente ai friulani di fare un ulteriore balzo avanti verso la salvezza.

IL COMMENTO. “Sapevamo che sarebbe stata una gara molto impegnativa – analizza il tecnico Maurizio Teghini – e che serviva molta pazienza. Nel primo tempo non abbiamo interpretato al meglio la gara, mentre nella ripresa abbiamo messo in pratica il piano partita e siamo usciti alla grande. La svolta è arrivata dopo i due piazzati di Robuschi, che ci hanno permesso di trovare fiducia. Non è andato tutto bene, ma i 5 punti erano fondamentali. Complici gli altri risultati, saliamo al primo posto: questo ci consentirà di lavorare nei prossimi 15 giorni con più energia, per preparare al meglio la sfida con Paese”.

Rugby Udine 1928 – Rugby Lumezzane: 33-10 (pt. 5-0)

Marcatori. Primo tempo: 5' calcio Faralle (0-3); 26' meta Flynn non trasformata Robuschi (5-3); 32' meta Rizzotto trasformata Faralla (5-10); secondo tempo: 10' calcio Robuschi (8-10); 17' calcio Robuschi (11-10); 26' calcio Robuschi (14-10); 30' meta Gerussi non trasformata (19-10); 38' meta Properzi Curti trasformata Robuschi (26-10); 40' meta Gerussi trasformata Robuschi (33-10).

Rugby Udine 1928: Robuschi, Zorzi (38' Marconato), Flynn, Properzi Curti, Gerussi, Barella (38' st Stella), Curtolo, Macor (38' st Groza), Di Pietro, Folla, Picchietti, Beltrame, Morosanu (26' st Capoccia), Corbanese, Taddio (4' st Schiavon). A disposizione: Deltin, Sabot, Mezzavilla. All. Teghini.

Rugby Lumezzane: Masgoutiere, Zaffino, Venturini (35' st Apostoli), Locatelli, Scaramella, Faralle, Cittadino, Bellandi, Cattina, Rizzotto (32' Rossetti), Cuello, Montini, Piciaccia (14' st Zoli), Azzini (8' st Rossetti), Aluigi. A disposizione: Piovani, Magli, Salvi, Savardi, Raza. All. Gosling.

Arbitro: Gabriele Baldassarre

Cartellini gialli: 17' Cattina; 38' Azzini; 9' st Rossetti; 35' st Faralle.

StampaEmail